• Roberto Berlini

Nazareth, i luoghi sacri di Maria

Che tu sia un credente o un semplice turista, i luoghi di pellegrinaggio non possono che emozionare chiunque. Una delle città sicuramente più sacre per il Cristianesimo è Nazareth, dove nacque e visse Maria, la madre di Gesù.


Secondo la tradizione cristiana, a Nazareth avvenne un evento prodigioso, l’Annunciazione: il momento in cui l’Arcangelo Gabriele comunicò alle vergine Maria di essere incinta di Gesù, il figlio di Dio. Ma esistono diversi luoghi in cui si ritiene sia avvenuta questa sacra vicenda. Per riconoscerli non bisogna portare con sé pesanti guide cartacee, basta scaricare l’app di Monugram, lo “Shazam” dei monumenti!

Secondo i vangeli apocrifi l’Annunciazione sarebbe avvenuta presso quella che viene chiamata oggi la Fontana della Vergine (in arabo in Sitti Maryam).


«[Maria] uscì con la brocca ad attingere acqua. Ed ecco udì una voce: "Salve, o piena di grazia: il Signore è con te, o benedetta tra le donne!". Ella si volgeva a destra e a sinistra per vedere donde mai venisse la voce. Presa da timore, tornava a casa, dove, deposta la brocca, riprendeva la porpora e, seduta sul suo sgabello, continuava a filare. Ed ecco un angelo del Signore si presentò dinanzi a lei, dicendo: “Non temere, Maria, perché hai trovato grazia davanti al Padrone di tutte le cose, e concepirai per la sua parola”». (Protovangelo di Giacomo, cap. XI, 1-2)


Al contrario, secondo gli ortodossi l’evento sarebbe avvenuto nei pressi di un’altra fontana, non a caso vicina alla chiesa ortodossa del paese.

Ad ogni modo, alla vista dell’Arcangelo Gabriele la Vergine fuggì nella sua casa, che si trovava in una grotta dove è stata costruita la Basilica dell’Annunciazione. Solo nel 1730 in questo luogo sacro fu concesso di erigere una chiesa, che venne ingrandita nel 1871; la Basilica ottocentesca venne demolita nel 1955 per costruire quella attuale. La scelta della demolizione fu dettata da indagini archeologiche, condotte agli inizi del Novecento, sui resti di edifici romani che la costruzione ottocentesca celava alla vista.


Hai visitato questi ed altri luoghi sacri? Condividi i tuoi viaggi sul gruppo Viaggiare 2.0

10 visualizzazioni

© 2020 Monugram S.r.l. All rights reserved.

Privacy Policy - Cookie Policy 

P.IVA 15454471002, R.E.A. RM - 1591519, PEC: monugram.srl@legalmail.it  

  • Monugram
  • Monugram
  • Monugram